Consigli per vivere da fuorisede

5 consigli per vivere da fuorisede

Diciamocelo, vivere da fuorisede è una figata. Si taglia il cordone ombelicale con la propria famiglia, si impara a cucinare, si fa amicizia con la lavatrice e si fanno tanti nuovi amici che forse rimarranno tutta la vita.

A volte può sembrare difficile, ma basta qualche piccolo accorgimento e sembrerà sempre una vacanza. O almeno, un’esperienza che ricorderete per sempre!

5 consigli per vivere da fuorisede


1. Fare il bucato? Un gioco da ragazzi

Se non siete esponenti dell’Arte Povera, procuratevi un cesto dove riporre i vostri vestiti sporchi (l’angolo della stanza non è infatti una soluzione). Non c’è bisogno di programmare un calendario del bucato, il livello del cesto della roba sporca vi servirà da indicatore. Quando sta straboccando, sedetevi e iniziate a suddividere i vestiti in: bianchi, neri, colori tenui, rossi. Il mucchio che somiglia di più a un Everest è il primo che necessiterà di essere lavato, quindi mettetelo in lavatrice e fatela partire. Mi raccomando, dopo le 18 in genere è meglio per spendere di meno e per rispettare l’ambiente. Bianchi: 60° – Scuri e delicati: 30° – Colori tenui di cotone: 40° – Lana: speditela a casa con Toctocbox, ci pensa la mamma che è meglio.

2. Storia d’amore da fuorisede

Ci sono storie che sopravvivono anche alle peggiori tempeste. Ma non dimenticatevi che questa esperienza è unica nella vostra vita, quindi il consiglio è: se è un amore che vale mille viaggi a/r, ok. Ma non rinunciate alla possibilità di farvi un giro di nuovi amici e nuove opportunità nella città in cui siete andati a vivere!

3. Non solo noodles e cibi surgelati

Nei nostri consigli per vivere da fuorisede non poteva mancare qualche dritta sulla cucina. In questo blog abbiamo già parlato di cucina da fuorisede, inoltre ogni tanto diamo qualche ricetta utile con prodotti dei vostri territori di provenienza. Fate così: quando tornate a casa sfidate la vostra mamma o nonna a chi cucina meglio, per vedere se avete fatto dei miglioramenti ai fornelli! Il web adesso è pieno di tutorial che rendono anche il più allergico ai fornelli un novello Bottura.

4. Vivere con dei perfetti sconosciuti

Può essere un big party o un disastro. Dipenderà molto dalla selezione dei vostri coinquilini e da come saprete gestire le difficoltà del quotidiano! Un consiglio per vivere da fuorisede serenamente con dei perfetti sconosciuti è riassumibile in una sola frase: patti chiari, amicizia lunga. Mettete subito in chiaro, al secondo giorno di convivenza, le regole di vita insieme. Definite i turni delle pulizie, quante persone è concesso portare in casa, il numero di cene con esterni da fare in cucina. Sembra rigido, ma vi assicuriamo che qualche piccola regola da caserma sarà necessaria per non litigare (quasi) mai.

5. Solo è bello

Imparate ad apprezzare la solitudine. Fate le cose che vi piacciono di più senza gli orari scanditi dall’alto (i genitori), prendendovi del tempo per stare semplicemente in compagnia di voi stessi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *